Maremma Wine and Food

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Errore
  • Simplepie detected an error for the calendar maremmawine%40gmail.com. Please run the compatibility utility.
    The following Simplepie error occurred:
    A feed could not be found at http://www.google.com/calendar/feeds/maremmawine%40gmail.com/public/full?futureevents=true&sortorder=ascending&orderby=starttime&singleevents=true&hl=it-IT&max-results=5
  • Simplepie detected an error. Please run the compatibility utility.
Home > Dicono di noi > 2009 > Tirreno - 26 Aprile 2009 - La promozione ce la facciamo da soli

Tirreno - 26 Aprile 2009 - La promozione ce la facciamo da soli

E-mail Stampa PDF
Indice articolo
Tirreno - 26 Aprile 2009 - La promozione ce la facciamo da soli
La promozione della Maremma
Chi sono
La replica di Marras - Candito alla Provincia
Tutte le pagine
Il TirrenoGROSSETO. Erano partiti in dieci (coraggiosi) imprenditori. Adesso sono già diventati quattordici. E fra gli ultimi ingressi c’è il colosso Zonin, con l’azienda Rocca di Montemassi, e poi Elisabetta Geppetti e il caseificio Il Fiorino. Nell’associazione Maremma Wine Food ci sono molti fra i principali produttori maremmani.
Dopo il debutto a New York, adesso l’associazione sta organizzando per il 2010 quello che diventerà l’evento enologico e gastronomico di riferimento per la Maremma. «E lo facciamo senza aiuti da nessuno - spiega il vicepresidente Edoardo Ventimiglia, dell’azienda Sassotondo - solo con lo spirito di promuovere la Maremma e i suoi prodotti».
Perché l’associazione è partita direttamente dai produttori. Non ci sono le istituzioni, non ci sono le strade del vino, i consorzi, l’Apt. C’è solo la voglia di un gruppo di imprenditori che vuole far conoscere la meraviglia di questa terra. E che ha trovato, cosa non facile da queste parti, la voglia di stare insieme per un fine comune.
«Abbiamo un tesoro in mano, che è questa splendida terra. Ma non riusciamo a promuoverla in modo efficace. I territori sono slegati, Provincia e Apt non trovano un filo comune fra i vari e legittimi interessi di un’area tanto grande, i consorzi hanno altri obiettivi, le strade del vino fanno poco o nulla. Turisti e compratori vengono perché da noi è tutto troppo bello, ma manca un sistema organico che valorizzi il territorio, non c’è neppure un sito internet unico della Maremma. Ecco perché è nata quest’associazione, direttamente da chi lavora».


Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 

Ultimi commenti

no comments